l'Ultimo dei Normanni




Un giorno, poco prima della realizzazione delle pagine web il mio caro amico mi chiede di inventare una leggenda per incuriosire i visitatori del sito da lui stesso ideato. Dopo qualche settimana non vedendo alcun risultato della sua richiesta, mi chiede nuovamente della leggenda. Fatto insolito e’ che il Dottore (è così che io lo chiamo) è una persona che non chiede, a me stupì che avesse già chiesto due volte. A questo punto un po’ sorpreso da questo atteggiamento e un po’ dispiaciuto per non aver messo giù neanche due righe del racconto gli dico che non sono né Grisham né Dante Alighieri e che l’ispirazione per la sua leggenda è lontana anni luce. Guardandolo fisso negli occhi gli sussurro che a me le torri piacciono così come sono e non avrebbero bisogno nemmeno di una parola. Nonostante questa presa di posizione, a chiacchiere, erano diversi giorni che studiavo i normanni, i romani e le prime civiltà che avevano occupato il territorio di Bagnoli Irpino e Montella. La mia idea di leggenda volevo farla a tutti i costi coincidere con fatti storici da renderla più appetibile. Nel frattempo, continuavo a salire e scendere il quarto piano, senza ascensore, della casa del Dottore per scegliere tra le centinaia di foto che avevano scattato lui e Paola e il dottore non faceva più menzione della sua fottutissima leggenda. Proprio quando mi ero liberato dal peso delle sue aspettative gli chiedo se gentilmente poteva spegnere quel rettangolo illuminato con la tastiera e preso il mio foglio di carta,tutto scarabocchiato, comincio a leggere.......   Continua